Un brano sulla ‘mente condizionata’ del Maestro zen Tetsugen Serra per la meditazione online del mattino

Condividiamo il breve brano sulla ‘mente condizionata, tratto dal libro La via della felicitàdel Maestro zen Tetsugen Serra, letto questa mattina in occasione della meditazione online.

Siamo come ostaggi prigionieri su un aereo dirottato, siamo legati al sedile verso una destinazione che non abbiamo scelto, vediamo di tanto in tanto le nuvole bianche, gli arcobaleni fuori dal finestrino, ma non sappiamo come far fronte ai dirottatori, e ci addormentiamo lasciando che qualcuno (la mente condizionata) ci porti dove vuole, mentre noi sogniamo mondi liberi, persone belle e gioiose, lavori diversi, pace, armonia e benessere. Qualcuno non si sveglia più da questo sognare un’altra vita, altri cercano il modo di arrivare alla cabina di pilotaggio, ma vivono nel torpore continuo e quindi non fanno i passi giusti. Solo pochi in un momento di lucidità hanno la determinazione per arrivare ad aprire la porta della cabina di pilotaggio e scoprire che dentro non c’è nessun dirottatore, che noi siamo prigionieri di noi stessi e possiamo condurre l’aereo dove vogliamo. Non sappiamo farlo bene, ma piano piano ci impadroniamo dei comandi e, con una buona dose di consapevolezza, impariamo a volare liberi nell’aria.

Se vuoi aderire alla pratica online gratuita di mezzora del mercoledì alle 6.30 scrivi a info@essereora.it e riceverai il link per il collegamento con zoom.

Leave a comment